PPG STRESSFLOW


PPG



PPG Stress Flow
I moderni metodi di misura del sistema nervoso autonomo, grazie alla tecnica pletismografica, permettono di monitorare l’attività del cervello e la sua influenza sulle attività periferiche (battito cardiaco, respirazione, temperatura periferica, pressione, integrità capillare, vasodilatazione-vasocostrizione, ecc).
L’apparecchiatura PPG stress flow permette di analizzare in maniera non invasiva (con dei sensori posti sulle dita delle mani), e in pochi minuti, la funzionalità del sistema nervoso autonomo, cioè quella parte del sistema nervoso che si occupa della corretta funzionalità di numerose funzioni vitali.
Nello specifico il sistema nervoso autonomo si compone di due componenti, le cui attività si alternano continuamente durante la giornata, in maniera bilanciata:

-la componente ortosimpatica che si attiva durante l’attività fisica, il lavoro, o nei momenti di stress emotivo. Essa aumenta l’attivazione muscolare ed è responsabile del mantenimento dell’organismo in stato di “attacco”, aumentando gli ormoni dello stress e la reattività globale;

– la componente parasimpatica che si attiva in momenti di relax come ad esempio durante il riposo o la digestione. Diminuisce la contrazione muscolare scheletrica e favorisce quella digestiva, permette il corretto recupero delle energie e delle risorse: si tratta infatti del principale sistema di risposta anti-infiammatoria dell’organismo.

Stati di stress cronico, errori nella gestione dello stile di vita o anche nell’alimentazione possono sbilanciare l’equilibrio e far prevalere l’attività di un sistema o dell’altro, con notevoli conseguenze dal punto di vista dei sintomi. La estrema espressione di iper-attività ortosimpatica non bilanciata è l’attacco di panico, quella di iper-attività parasimpatica non bilanciata è lo stato di depressione e apatia.

I classici sintomi di un Sistema Nervoso Autonomo “disregolato” sono:

-Vasocostrizione periferica con conseguenti estremità persistentemente fredde e/o cefalea muscolo-tensiva;
-Acidità e gonfiore di stomaco dopo i pasti;
-Alterazione della peristalsi intestinale (stipsi o colon irritabile)
-Disturbi del sonno
-Difficoltà a rilassarsi e a concentrarsi
-Senso costante di stanchezza e affaticamento
-Ricerca dei “Comfort Food” nella finestra serale (carving glucidico)
-Oscillazioni/Deflessioni del tono dell’umore e manifestazioni ansiose
-Difficoltà a perdere peso per ridotta capacità di ossidazione dei grassi per alterato apporto periferico di ossigeno.

Il PPG stress flow oltre ad un’analisi diagnostica, fornisce anche la possibilità di praticare una terapia chiamata RRT (resonant respiratory training) e questo permette al paziente di poter fare in un’unica seduta una valutazione globale del proprio Sistema Nervoso Autonomo e una terapia respiratoria atta a correggere la sua disregolazione autonomica.

Risonanza respiratoria

Il lavoro sul ritmo e sulla profondità del respiro fa parte di tecniche molto antiche (come lo yoga) e ci sono numerosi studi che sottolineano la sua efficacia nel riequilibrio del sistema nervoso autonomo e nella gestione dello stress. Le giuste tecniche di respirazione (calibrate sul singolo paziente) possono aiutare a migliorare le loro problematiche digestive, i disturbi del sonno, le tensioni muscolari, i sintomi nervosi da stress cronico e ripristinare un corretto quoziente respiratorio periferico fondamentale per bruciare grassi in eccesso.
Studi scientifici hanno dimostrato che il giusto allenamento di Risonanza Respiratoria (RRT) permette di attivare selettivamente le due componenti del sistema nervoso autonomo. Attraverso il PPG, sarà quindi possibile effettuare sedute di RRT creando un bio-feedback respiratorio personalizzato. La procedura è semplice, rapida (tra i 5 e i 15 minuti) e molto efficace, e consente di imparare la tecnica respiratoria personalizzata da poter eseguire anche a casa in modo da protrarre gli effetti sul lungo termine. Questo allenamento respiratorio permette, insieme alla nutrizione, di migliorare molti parametri come la frequenza cardiaca, la sua variabilità, l’ossigenazione dei tessuti, il carico acido-base tissutale e le prestazioni fisiche, sportive e cognitive.

Il PPG stress flow è parte integrante del nostro protocollo di valutazione.

Lunedì: 12:00-12:40 e 14:40-18:00
Martedì: 08:00-11:40
Mercoledì: 14:40-18:00
Giovedì: 08:00–11:40 e 16:20–18:40
Venerdì: 12:00-17:30